Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player

 
tarocchi gratis
La tariffa e 1,60€ al minuto + IVA. Servizio dedicato a maggiorenni.

tarocchi gratis
Numero di telefono per la Svizzera: CHF 2,50 /mn iva inclusa. Fornitori di servizi Pub Story SRL
Tipologia Tarocchi Letture Wait Papus Peladan gratis

Non esistono Tarocchi cattivi. La qualitá dei Tarocchi si basa nell’uso che ne fa la cartomante e la relazione che stabilice con loro. Per usare i Tarocchi come uno strumento di ricerca delle leggi della natura, la polemica é grande. Gli eruditi dei Tarocchi continuano a porsi la stessa domanda: i Tarocchi piú antichi sono anche i migliori? Quello che sembra vero é che piú passa il tempo, piú i Tarocchi si sono semplificati o degradati, peró allo stesso tempo si sono arricchiti grazie alle conoscenze di alcuni studiosi.

Per questa ragione stiamo assistendo ad una proliferazione della cultura dei Tarocchi.

I Tarocchi di Marsiglia di Paul Marteau, pubblicato da Grimaud, si considera senza dubbio la base di studio piú riconosciuta, e soprattutto la piú utilizzata.

Alcuni Tarocchi si arricchirono grazie a occultisti. I piú conosciuti furono I Tarocchi di Rider Walt, i Tarocchi di Papus, conosciuti come i Tarocchi dei boemi, quelli di Wirth e quelli di Crowley.

Ognuno di questi autori contribuí spiegando i fondamenti o aggiungendo la sua interpretazione personale del mondo al suo mazzo di carte. Altri tipi di Tarocchi invece sono piú esotici. Alcuni hanno cercato di sviluppare un’estetica che gli permettesse trovare piú facilmente l’ispirazione che permette una buona interpretazione (Tarocchi di Dalí, tarocchi medievali, tarocchi del tipo new age, eccetera.)

Per utilizzare i Tarocchi nelle arti divinatorie, l’esperienza dimostra che si tratta unicamente di una cuestione di ispirazione tra l’occultsta e il suo mazzo, l’aspetto estetico o autentico gli conferisce il suo valore.

Tuttavia, quando si identifica un mazzo di carte con il Nome di Tarocchi bisogna comprender eche si tratta di un mazzo di 78 carte composto da 22 arcani maggiori e 56 minori.

A volte esistono alcune differenze tra i vari tipi di Tarocchi, alcune inversioni di carte o cambiamenti un po’ piú rilevanti.

Gli oracoli sono giochi adivinatori (Oracolo di Belline, Oracolo Della Signorina Lenormand) che non possiedono la struttura dei Tarocchi, peró che possiedono un’efficacia adivinatoria molto alta.

Arthur Edward Waite (1857-1942), autentico erudito in questioni di scienza occulta, scrisse “The Holy Kaballah” e “ The key to the tarot”, pubblicati a Londra nel 1910. Per Waite, il simbolismo é la chiave fondamentale dei Tarocchi. In “The Key to the tarot”, dice “i veri Tarocchi sono simbolici, non utilizzano nessun altro linguaggio ne altri segni”. Quali sono queste carte dei Tarocchi di cui parla Waite? Qual’é il loro messaggio?

Ció che caratterizza i Tarocchi di Rides é che tutte le carte, incluse le 40 carte numeriche, sono emblematiche e quindi piú facili da inetrpretare che le coppe, spade, ori e bastoni dei Tarocchi di Marsiglia.

Rider Wait modificó la numerazione delle carte: tra gli Arcani maggiori, La Forza, che corresponde alla carta XI nella maggioranza dei Tarocchi, é la carta VIII nei Tarocchi di Rider; La Giustizia, la carta numero VIII nei Tarocchi tradizionali, ha il numero XI in quelli di Rider.

Nato da padre francese (Louis Encausse, chimico) e madre spagnola, all’etá di 4 anni Gérard Anaclet Vincent Encausse e la sua famiglia si trasferirono a Parigi, dove fu educato.

Da giovane Encausse passava gran parte del suo tempo nella Bibliothèque Nationale studiando Cabala, Tarocchi, le scienze magiche, l’alchimia, ed i manoscritti di Eliphas Lévi. Si iscrisse nella Societá Teosofica francese poco dopo la sua fondazione da parte di Madame Blavatsky nel 1884 - 1885, peró smise di frequentarla perché non gli piaceva l’importanza che la Societá dava all’occultismo orientale. Nel 1888, fondó il suo proprio grupo, l’Ordine cabalistico da la Rosacroce. Lo stesso anno lui ed il suo amico Lucien Chamuel fondarono la Librarie du Merveilleux e la rivista mensuale L'Initiation, che si pubblicó fino al 1914.

Encausse fu inoltre membro Della Fratellanza Ermetica Della Luce e dell’Ordine Ermetico dell’Alba Dorata di Parigi, ed anche della Memphis-Mizraím e probabilmente di altre organizzzioni esoteriche o paramassoniche, e scrisse molti libri sull’occultismo. Oltre alle sue attivitá paramassoniche e martiniste, fu discepolo spirituale del curatote spirituale franceseta francés Anthelme Nizier Philippe, "Maître Philippe de Lyon".

Nonostante la sua profonda implicazione con l’occultismo e gruppi occultisti, Encausse riuscí a trovare tempo per continuare gli studi all’Universitá di Parigi. Ottenne il titolo di dottore in Medicina nel 1894 con una tesi sull’Anatomia Filosofica. Inauguró una clinica in via Rodin, che ebbe molto successo.

Encausse visitó Russia tre volte, nel 1901, 1905 e 1906, per servire lo Zar Nicola II e la zarina Alessandra, come medico e come occultista. Nell’ottobre del 1905 in teoria invocó lo spirito di Alesandro III, padre dello Zar Nicola, che profetizzó che lo zar saberre morto per mano dei rivoluzionari. I discepoli di Encausse sostengono l’ipotesi che lui informó lo Zar e gli disse che, mentre era in vita, avrebbe potuto evitare la profezia di Alessandro III grazie alla magia: Nicola conservó il trono della Russia 141 giorni dopo la morte di Papus.

Nel 1889 Encausse, conosciuto con il Nome di Papus, pubblicó i Tarocchi dei beomi, piú conosciuti come i Tarocchi di Papus. Encausse, che studió edicina e diffuse l’occultismo in Europa, creó dei tarocchi di stile Egidio che hebreo grande suceso.

Le prime letture dei taocchi di Encausse e la tradizione popolare della Cabala si ispirarono negli scritti dell’occultista Eliphas Lévi, che ottenne lo pseudonimo Papus (che significa medico) grazia alla sua traduzione del Nuctameron di Apollonio di Tiana, pubblicato come supplemento di Dogme et Rituel de la Haute Magie (1855).

Nel 1891, Encausse affermó di essere in possesso dei documenti originali di Martínez de Pasqually, e con questi fondó un Ordine Massonico denominato L’Ordine dei Superiori Sconosciuti. Assicurava che era stato iniziato al rito di San Martino gazie al suo amico Henri visconte di Laage (che sosteneva che il sio nonno materno era stato a sua volta iniziato dal proprio San Martino), che nel 1887 aveva cercato di resuscitare l’ordine. L’Ordine Martinista si convertí nell’obbiettivo principale di Encausse, e continua ad esistere come una delle sue ereditá piú perdurabili.

Nel 1891, Encausse affermó di essere in possesso dei documenti originali di Martínez de Pasqually, e con questi fondó un Ordine Massonico denominato L’Ordine dei Superiori Sconosciuti. Assicurava che era stato iniziato al rito di San Martino gazie al suo amico Henri visconte di Laage (che sosteneva che il sio nonno materno era stato a sua volta iniziato dal proprio San Martino), che nel 1887 aveva cercato di resuscitare l’ordine. L’Ordine Martinista si convertí nell’obbiettivo principale di Encausse, e continua ad esistere come una delle sue ereditá piú perdurabili.

Durante questo periodo, approssimamente nel 1894 - 1895, Encausse appartenne per poco tempo alla Societá Teosofica.

Durante questo periodo, approssimamente nel 1894 - 1895, Encausse appartenne per poco tempo alla Societá Teosofica.

Nonostante Encausse riconoscesse il misterioso mago e curatote "Maitre Philippe" (Philippe Nizier) come suo "maestro spirituale", il suo primo e vero maestro negli aspetti intellettuali dell’occultismo fu il marchese Alexandre Saint-Yves d'Alveydre. Saint-Yves aveva ereditato i documenti di uno dei principale fondatori dell’occultismo francese, Antoine Fabre d'Olivet, e probabilmente fu Saint-Yves che presentó Papus ed il marchese Stanislao di Guaita.

Nel1888, Encausse, Saint-Yves e di Guaita si unirono con Joséphin Péladan e Oswald Wirth per fondare l’Ordine Cabalistico della Rosacroce.

Chi era Joséphin Peladan?

Joséphin Péladan, figlio del giornalista francese e fondatore de La settimana religiosa Louis Adrien Péladan, si formó in un ambiente propizio per l’erudizione e la curiositá intellettuale. Fin dall’infanzia viaggia molto e sente interesse per i temi spirituali, la storia e la letteratura.

A Roma e Firenze scopre e si appassiona del Quattrocento e Leonardo da Vinci. Al ritorno a Parigi pubblica Il Cammino di Damas ed entra nell’ Artista di Arsène Houssave. Qui conosce Léon Bloy e Paul Bourget e diventa amico del grande Jules Barbey d’Aurevilly, che piú tardi scriverá il prologo della sua novella Il vizio supremo (1884), una strana novella, romantica ed occulta, che mette in scena la lotta contro le forze occulte che vogliono distruggere l’umanitá.

Nel 1888 si pubblica il suo libro piú conosciuto, intitolato Istar. Peladan si conferisce il titolo di « Sar » e il Nome babilonese di Mérodack. Lo stesso anno Peladan é co-fondatore con Stanislao di Guaita dell’Ordine cabalistico della Rosacroce. Tra i membri di questa confraternita si trovano Papus, Erik Satie, Claude Debussy. Nel 1891, con il pretesto di essere contrario alla magia operativa, si separa dal gruppo e crea l’Ordine della Rosacroce Cattolica ed Estetica del Tempio e del Graal.

L¡anno sucesivo organizza il primo salone della Rosacroce nella famosa galleria parisina Durand Ruel, che fu un grande successo.

In primo luogo, Joséphin Péladan aveva come religioni la bellezza ed il misticismo orientale, che accompagnava con volutas di incensi orientali. Il suo obiettivo era estirpare la bruttezza dal mondo, che per lui si incarnava nel materialismo e nel laicismo.

Nel 1891, Encausse affermó di essere in possesso dei documenti originali di Martínez de Pasqually, e con questi fondó un Ordine Massonico denominato L’Ordine dei Superiori Sconosciuti. Assicurava che era stato iniziato al rito di San Martino gazie al suo amico Henri visconte di Laage (che sosteneva che il sio nonno materno era stato a sua volta iniziato dal proprio San Martino), che nel 1887 aveva cercato di resuscitare l’ordine. L’Ordine Martinista si convertí nell’obbiettivo principale di Encausse, e continua ad esistere come una delle sue ereditá piú perdurabili.

Nel 1891, Encausse affermó di essere in possesso dei documenti originali di Martínez de Pasqually, e con questi fondó un Ordine Massonico denominato L’Ordine dei Superiori Sconosciuti. Assicurava che era stato iniziato al rito di San Martino gazie al suo amico Henri visconte di Laage (che sosteneva che il sio nonno materno era stato a sua volta iniziato dal proprio San Martino), che nel 1887 aveva cercato di resuscitare l’ordine. L’Ordine Martinista si convertí nell’obbiettivo principale di Encausse, e continua ad esistere come una delle sue ereditá piú perdurabili.

L'anno sucesivo organizza il primo salone della Rosacroce nella famosa galleria parisina Durand Ruel, che fu un grande successo.

In primo luogo, Joséphin Péladan aveva come religioni la bellezza ed il misticismo orientale, che accompagnava con volutas di incensi orientali. Il suo obiettivo era estirpare la bruttezza dal mondo, che per lui si incarnava nel materialismo e nel laicismo.

La lettura di Péladan

Questa lettura dei Tarocchi é Molto semplice e ci permette avere información di una cuestione in concreto. Assomiglia molto alla croce semplice, peró include una quinta carta.

Per iniziare, si mischiano le carte e si taglia il mazzo estruendo cinque carte. Le prime due si collocano una al lato dell’altra, mentre che le tre che restano formeranno una colonna sotto le prime due.

• La carta 1 si rifersce a tutto ció che il cliente ha a suo favore o che avrá un’influenza positiva.

• La carta 2 rappresenta il contrario, ció che é negativo, tutto quello che sará negativo per il cliente, e che frenará i suoi desideri ed intenzioni.

• La carta 3 ci parlerá dei chiarimenti, giudizi e tutto quello che sucederá per poter combinare i due aspetti anteriori, il cosiddeddo “chiarimento”.

• La carta 4, conosciuta come “sentenza”, rappresenta la predizione, il risultato di come andranno le cose, il presagio generale di tutta la situazione.

• Finalmente la carta numero 5, denominata "sintesi" sará quella che riassume la situazione domandata e i suoi sviluppi. Anche se tiriamo un’altra carta sopra questa potremo supere come si trovará il cliente una volta risolto il problema.

Francesca ha scelto offrirti gratuitamente una lettura di Peladan e con questa la sua interpretazione e la risposta ad una domanda che ti interessa.

Non si tratta di un’interpretazione teorica delle carte come quelle che puoi trovare in molte pagine web, ma di una consulta privata che responde ad una tua domanda e che speriamo ti aiuterá a livello personale.

(Vedi la sezione testimonianze)

Lettura di Tarocchi Gratuita

 
|
|
|